Navigazione veloce

METODO e stile

Il Sasso

Per riuscire a parlare, a riflettere, rispettando gli altri e tenendo conto del Tempo, abbiamo trovato un sasso, bello e un po’ pesante, sul quale abbiamo scritto frasi significative sulla parola e sull’ascolto: ce lo passiamo di volta in volta. Con questo strumento, stando tutti in cerchio naturalmente, si può dire che la partecipazione attiva è completa.

sasso2

“La bocca parla per l’abbondanza del cuore”

sasso1

“Non è facile frenare un grosso sasso…nè una parola dalla lingua”

sasso3

“Ascolta le parole del cuore”

La Corresponsabilità e il coinvolgimento

Tra le intuizioni metodologiche, negli anni sperimentate positivamente, vi è stata la scelta di impostare un tracciato di riflessione, cristiana e scout, affidando ad una coppia di a.s. il compito di preparare, a turno, il tema scelto per l’approfondimento (i capitoli di un libro donato dalla comunità a ciascuno e gli articoli della legge scout) per poi guidare la discussione comunitaria, ordinata e partecipata da tutti grazie all’utilizzo del “sasso”, e raccoglierne, infine, una sintesi. Tutto ciò nella convinzione che fare educazione permanente, in una realtà adulta, significa sentirsi corresponsabili nella creazione di spazi e opportunità di autoeducazione.

La Verifica e la ripresa delle fonti

Le linee-guida sono definite dalla Comunità all’inizio di ogni anno scout e coordinate dal Magistero. Quello che è importante è fare insieme, ogni tanto, momenti di verifica, cioè di critica costruttiva e ciò è proposto, sempre e ogni volta, a tutti: ogni membro della comunità è chiamato, con modalità simpatiche e sempre personali, ad esprimere il proprio pensiero su ciò che si potrebbe cambiare e su quello che appare veramente costruttivo.

Le Uscite

Non è dato scautismo senza “uscite”; il territorio che circonda il nostro lago e le sue montagne sono diventati il territorio della nostra “avventura” nella natura. Abbiamo camminato e faticato per sentieri e mulattiere; abbiamo ritrovato o esplorato luoghi incantevoli, abbiamo incontrato e conosciuto persone ed esperienze significative.

Il Magistero

Struttura essenziale, usata regolarmente per il coordinamento del cammino di comunità, si è rivelata momento irrinunciabile di dialogo e conoscenza ma anche luogo di formazione alla responsabilità nella conduzione della comunità.